Maneskin Eurovision - Musicaetv.it
Credits: EBU/ANDRES PUTTING
I Maneskin (EBU/ ANDRES PUTTING)

È stata una semifinale mozzafiato quella andata in onda, in diretta, dalla Ahoy Arena di Rotterdam. L’Eurovision Song Contest è finalmente tornato. In Italia abbiamo potuto assistervi grazie a Rai 4, che, con il commento di Ema Stockholma e Saverio Raimondo hanno coinvolto più di 500mila telespettatori, pari al 2,2% di share. Un assoluto record per la quarta emittente di mamma Rai.

Eurovision, Prima Semifinale

Sedici paesi in gara, con soli dieci posti disponibili per la grande finale di sabato, nella quale, come ormai saprete, i nostri Maneskin sono già qualificati di diritto.

Lituania, Slovenia e Russia

Ad aprire le danze è stata la Lituania, con i The Roop e la loro “Discoteque”. Il gruppo lituano ci ha trascinato sul palco, tra sgargianti colori ed assurde coreografie, ammaliando l’intera arena ed il pubblico da casa.
Poi è toccato ad Ana Soklic per la Slovenia incantare il palco di Rotterdam, regalandoci la sua ballad “Amen”. La semifinale scorre via veloce, ed ecco Manizha con “Russian Women” per la Russia. Femminismo, coraggio, ribellione e potere femminile, questa l’essenza del suo brano, un inno per tutte le donne, per reagire difronte al maschilismo ed alla misoginia, imperante in tutto il mondo, in particolare nella sua Russia.

Svezia Eurovision 2021 - Musicaetv.it
Tusse , Svezia (Eurovision IN)

Svezia, Australia e Nord Macedonia

Spazio alla Svezia, che con “Voices” di Tusse, regala al pubblico una performance decisa e dalla voce graffiante. L’Australia si esibisce invece attraverso il “Live on Tape” (un po’ come Irama a Sanremo per intenderci) con il brano “Technicolour” non convincendo del tutto i presenti, che hanno potuto vederla solo sul grande schermo presente sul palco della Ahoy Arena. Arriva poi il momento della Macedonia del Nord, che con Vasil e la sua “Here i Stand” dimostra tutte le sue infinite capacità vocali.

Cipro Eurovision 2021 - Musicaetv.it
Elena Tsagrinou, Cipro (France24)

Irlanda, Cipro e Norvegia

Lesley Roy con “MAPS” per l’Irlanda, sorprende tutti con un’articolata messa in scena, tra giochi di prospettive ed un brano forte e convincente. Arriva il momento di Cipro e di “El Diablo” con un’Elena Tsagrinou che sa il fatto suo e domina il palco come una leonessa, conquistando le urla e gli applausi degli astanti. La Norvegia piomba sul palco come un angelo caduto dal cielo (“Fallen Angel” il titolo del pezzo), e non è un eufemismo. Tix appare vestito da angelo e bardato di una bandana con il suo nome e degli occhiali da sole, questi ultimi con lo scopo di nascondere i problemi derivanti dalla sindrome di Tourette, del quale l’artista soffre.

Belgio Eurovision 2021 - Musicaetv.it
Hooverphonic, Belgio (EurofestivalNews)

Croazia, Belgio ed Israele

Spazio poi al pop nudo (in tutti i sensi) e crudo della croata Albina, che con Tick-Tock conquista praticamente tutti (o quasi). Torna la calma in quel di Rotterdam, attraverso l’ammaliante e soave “The Wrong Place” degli Hooverphonic, uno dei gruppi più celebri, rappresentanti del Belgio. Infine, a chiudere il blocco la straordinaria Eden Alene, che con le sue eccelse doti vocali interpreta magistralmente il suo brano “Set Me Free”.

Malta Eurovision 2021 - Musicaetv.it
Destiny, Malta (Eurovision.tv)

Romania, Azerbaijan, Ucraina e Malta

A chiudere la semifinale le ultime quattro contendenti. Per la Romania ecco Roxen e la sua “Amnesia”: una performance sfortunatamente confusionaria e poco convincente, che fin dagli inizi non ha particolarmente entusiasmato. Dopo di lei, per l’Azerbaijan, sale sul palco Efendi, che attraverso la power bop “Mata Hari” distrugge le coronarie dell’intera Europa, facendo sobbalzare tutti dal divano di casa. Stesso discorso vale per l’Ucraina, in cui i Go_A con “Shum” hanno praticamente fatto esplodere l’Ahoy Arena e fatto scatenare il pubblico da casa. Infine Malta, una delle grandi favorite per la vittoria finale. Destiny con “Je Me Casse” sorprende tutti con la sua voce supersonica in un pezzo dalle fortissime vibrazioni “Beyoncèyane”.

Il verdetto della Prima Semifinale

Dopo che tutti i sedici paesi si sono esibiti arriva il momento del verdetto. Il pubblico da casa è invitato a votare, nel frattempo sul palco si esibiscono alcuni artisti. Ma andiamo a scoprire quali sono i dieci paesi che si sono guadagnati l’accesso alla finale di sabato:

Che ne pensate delle prime 10 qualificate? fatecelo sapere commentando l’articolo e condividendolo sui social.

Commenta