Aurora Leone cacciata dalla partita del cuore perché donna - Musicaetv.it
Aurora Leone, membro del gruppo dei The Jackal (Fanpage)

Aurora Leone cacciata via perché donna

È con un salto indietro di cinquanta e più anni che si è svegliata l’Italia questa mattina. A far compiere questo inquietante salto indietro nel tempo, è quanto accaduto ieri sera nella cena di presentazione della partita del cuore tra la nazionale cantanti e quella del mondo della tv.

La giovane attrice Aurora Leone, membro del gruppo comico dei The Jackal, ha denunciato attraverso alcune stories su Instagram di essere stata letteralmente cacciata dalla cena. L’evento è avvenuto ieri sera, in un prestigioso hotel di Torino, il J Hotel, a pochi passi dall’Allianz Stadium.

Ricostruiamo l’accaduto

L’attrice, sostenuta da Ciro Priello (tra i fondatori dei The Jackal) ha affermato che, una volta seduta al tavolo dei calciatori, è stata richiamata dal Direttore Generale della Nazionale Cantanti Gianluca Pecchini ed invitata a lasciare il tavolo. Alla richiesta di spiegazioni da parte di Aurora, costui si è giustificato affermando che il tavolo era riservato unicamente ai calciatori e non alle accompagnatrici. L’attrice ha a quel punto dichiarato che è stata regolarmente invitata all’evento in qualità di calciatrice. Il Pecchini avrebbe replicato affermando che le donne non giocano a calcio, e l’ha invitata nuovamente ad alzarsi e cambiare posto. “Questo tavolo è riservato solo agli uomini, è la regola” ha affermato il Pecchini rincarando la dose. Aurora ha replicato sostenendo di aver ricevuto formale invito con tanto di maglietta ufficiale dell’evento, e che le avevano assicurato che sarebbe scesa in campo, e che quindi aveva il diritto di essere lì. Dopo questo, come se non fosse abbastanza, il Pecchini avrebbe replicato “Che hai la maglietta non significa nulla, le donne non giocano, vanno in tribuna”. A quel punto sia Aurora che Ciro, si sono alzati e sono stati invitati a lasciare l’hotel, in quanto persone non gradite.

Le scuse

Sono seguite le scuse di numerosi artisti aderenti all’iniziativa, tra cui Eros Ramazzotti. Ma ormai la frittata era fatta, e così sia Ciro che Aurora, hanno preferito non prendere parte all’evento, seppur invitando comunque ad inviare gli sms per sostenere la ricerca sul cancro. Iniziativa per cui la partita è stata organizzata.

Che ne pensate su quanto è accaduto?

Commenta