Pretty Guardian Sailor Moon Eternal su Netflix - Musicaetv.it

Sono giorni concitati per i fan di Sailor Moon: dal 3 giugno, su Netflix, è tornata ufficialmente una delle guerriere più amate, che ha saputo conquistare i cuori di tanti bambini negli anni ‘90.  

L’amore per l’anime non si è mai spento e infatti i diritti di riproduzione sono finiti in mano al colosso dello streaming Netflix che ha prodotto il film Pretty Guardian Sailor Moon Eternal

Il film è un reboot, quindi chi la ama da sempre non può perdersi questo ennesimo tassello del franchise giapponese, chi invece non la conosce potrebbe scoprire un mondo colorato in cui perdersi. 

Chi è Sailor Moon?

Proprio per chi non è familiare con la storia delle eroine Sailor partiamo dal principio: Sailor V è un manga del 1990 con protagonista un’eroina che combatte per proteggere la Terra grazie ai poteri che derivano dal pianeta Venere. In Codename Sailor V, nel 1991 e creato da Naoko Takeuchi, si comincia a parlare di guerriere planetarie, con divise alla marinaretta, il cui obbiettivo è ritrovare la principessa della Luna.  Visto il successo, l’autrice, allora 24enne, decise di dare forma a questa fantomatica principessa lunare: nasceva Sailor Moon, nome di battaglia di Usagi Tsukino (Bunny nella versione italiana), protagonista di una nuova serie a fumetti. 

Dal fumetto al cartone animato

Lo stesso anno, nel 1992, è arrivata anche la serie animata, prodotta da Toei Animation. Composta da 200 episodi divisi in cinque stagioni, in Italia andata in onda su Canale 5 nel 1995, conquistando un’intera generazione, che ne è diventata appassionatissima. Sailor Moon e le sue amiche, adolescenti che combattono, parlano di morte, resurrezione e responsabilità, vogliono diventare scienziate e star della musica, instaurano relazioni con persone dello stesso sesso e si denudano quando si trasformano. Chi invece all’epoca era giovane ed è cresciuto con Usagi, ha presto capito il suo prezioso insegnamento: l’unica cosa che conta davvero è l’amicizia e sapere quando sacrificarsi per il bene comune, senza giudicare nessuno.  

Accanto a questo aspetto romantico c’è anche l’enorme potenziale commerciale.  Per mantenere vivo il mercato di una saga conclusa ormai nel ’97, sono stati fatti film e musical.  

A 30 anni dalla serie originale, un nuovo film

Sailor Moon sta per compiere 30 anni, eppure l’amore verso l’anime sembra non esaurirsi. Di qui una nuova serie animata, Pretty Guardian Sailor Moon Crystal, arrivata nel 2014, per presentare Sailor Moon alla nuova generazione, che altro non è che un reboot della prima e quindi il film di Netflix, che appunto ripercorre la storia della quarta stagione della serie originale anni ‘90.  

E le differenze sono tante: si è detto addio al disegno morbido anni ’90 per uno più spigoloso e più fedele al manga, via l’ironia e le sottotrame riempitive. Si è passati dal formato televisivo, in 4:3, al 16:9, si è fatto abbondante uso di effetti speciali in computer grafica (mentre la serie anni ’90 era disegnata tutta a mano). Anche la storia ripete fedelmente quella dei fumetti. 

Pretty Guardian Sailor Moon Eternal è un film diviso in due parti, per una durata totale di 180 minuti e ricopre tutto l’arco narrativo della quarta stagione, in cui Chibiusa, la figlia di Sailor Moon tornata nel passato per apprendere l’arte del combattimento dalla madre, incontra Pegasus, cavallo alato che le dona nuovi poteri. 

Tutto è più serio e solenne, finanche patinato. Per chi è fan della prima ora è una buona occasione per ritrovare personaggi che ormai sono come vecchi amici e anche scoprire perché da 30 anni ragazze e ragazzi (e gli adulti che sono diventati) continuano ad amare le guerriere.  

Per chi non le conosce è un buon film di intrattenimento animato colorato, ben realizzato e anche molto divertente, che può essere visto ad ogni età.  

E voi cosa ne pensate del nuovo film di Sailor Moon”? Fatecelo sapere commentando sui nostri social. (link in alto a destra della HOME).

Commenta