Sean Kingston
Sean Kingston agli esordi (dal web)

You’re way too beautiful girl
That’s why it’ll never work
You’ll have me suicidal, suicidal
When you say it’s over

Sean Kingston, Beatiful Girls

Sean Kingston, l’esordio

Era l’ormai lontano 2007, quando un giovane ragazzino giamaicano di nome Sean Kingston irrompeva nel mondo della musica mondiale con un pezzo diventato iconico fin da subito, “Beatiful Girls”. Un brano dalla verve caraibica condita da una voce adolescenziale, ma potente e coinvolgente.

Il giovane Sean entra così nello showbiz della discografia mondiale, ottenendo numeri da capogiro: 4,8 milioni di copie vendute, piazzandosi anche nella classifica Billboard di quell’anno, al 23° posto. In molti paesi il brano è stato censurato, sostituendo la parola “suicidal” con “denial”. Il pezzo è stato primo nelle classifiche di numerosi paesi: Brasile, Canada, Nuova Zelanda, Regno Unito, Irlanda e Stati Uniti. In Italia si è fermata al 7° posto, riscuotendo comunque un notevole successo.

Sean Kingston oggi

Dopo 24 anni, molti di voi si chiederanno che fine abbia fatto quel giovane ragazzino giamaicano. Ebbene, ha continuato a far musica, seppur senza ottenere il glorioso successo che ha dato lui “Beatiful girls”. Sean vanta tre album all’attivo, l’ultimo risalente al 2013. Da quell’anno ha poi sfornato solo singoli. L’ultima apparizione in Italia risale al 2018, quando ha collaborato insieme a Takagi e Ketra feat. Giusi Ferreri in “Amore e Capoeira”.

L’ultimo singolo

Recentemente, l’ormai 31enne Sean, ha sfornato il suo ultimo singolo in collaborazione con Travis Barker, dal titolo “Love is wonderful”. Che sia il preludio per un nuovo album dell’artista giamaicano?

Ve lo ricordavate? vi piaceva? fatecelo sapere commentando l’articoli sui nostri social.

Commenta